Penna Pirata si racconta

jolly-roger-penna-pirata-logo

Penna Pirata

 

A vorte sembra che vado contro mano
me sento spaesato, senza paese
e io so’ cento per cento itajano
ma lì nun s’ariva mai a fine mese,
so’ residente e pure austrajano
però nun parlo mica bene l’inglese.

 

Spesso sembra che vado davero piano,
me sento dietro, forse troppe pretese
e vorrei tojelo er freno a mano
così salite sarebbero discese,
poi tutti dicheno sbaja è umano
e io penso, se sbaji paghi ‘e spese.

 

Numme abbiocco de certo sull’alloro,

manco spero de vince ‘a lotteria,

io so’ corsaro che cerca er Tesoro,

Cppello de Paja da pirateria,

lui vole ‘a libertà nun vole l’oro,

so’ Penna Pirata de periferia!

 

                                                    Ne.Ro.