Solo insieme potremo far sentire la nostra voce

megafono

Nel 2008 si è tenuta a Roma la prima Conferenza dei Giovani Italiani nel Mondo. L’incontro è stato convocato dal Ministero degli Esteri e organizzato dal Cgie, il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero, organismo di consulenza del Governo e del Parlamento sui grandi temi che interessano le comunità all’estero. Oggi, dopo 10 anni, una seconda Conferenza è stata indetta a Palermo per il prossimo Aprile: una nuova occasione per discutere su cosa significa essere italiani oggi senza essere residenti in Italia.

E’ un’occasione importante. Lo scopo della conferenza sarà quello di rafforzare una rete operativa all’estero che faccia da collegamento tra i giovani italiani nel mondo e le Istituzioni. Con un panorama di mobilità giovanile che si è ampliato e modificato, è vitale che le Istituzioni italiane capiscano bene le vere esigenze e le vere necessità di una comunità italiana molto complessa e cresciuta nei numeri in modo esponenziale.

Il Comites del Victoria ha accolto la candidatura di Nomit e ha indicato tra i propri Delegati il nostro Vice Presidente Fabrizio Venturini, che avrà così l’onore e l’onere di rappresentare alla Conferenza l’intera comunità dei giovani italiani del Victoria.

La preparazione della nostra partecipazione a questa Conferenza Mondiale rappresenta un momento di grande importanza per noi. Vogliamo allargare la partecipazione all’insieme più ampio e differenziato di tutti i giovani italiani residenti in Victoria e, a partire da oggi, cercheremo di sviluppare una discussione pubblica più ampia possibile sui temi dei lavori. L’ambizione è di suscitare un dibattito, raccogliere da ogni parte idee, impressioni, suggerimenti, necessità, difficoltà e speranze di cambiamento.

Per questo nelle prossime settimane organizzeremo diverse iniziative volte a divulgare, informare e coinvolgere in modo diretto i giovani italiani presenti nella nostra Circoscrizione Consolare sulle tematiche e gli obiettivi della Conferenza. Per lanciare la discussione abbiamo iniziato a realizzare alcuni video in cui discutiamo con diversi esperti delle cinque aree tematiche su cui si lavorerà a Palermo: identità italiana e multiculturalismo; lingua e cultura italiana; informazione e comunicazione; mondo del lavoro e lavoro nel mondo; rappresentanza e partecipazione.

Cosa significa oggi essere un giovane italiano in Victoria? Quali sono i problemi quotidiani che questo comporta? Come vivi il rapporto con la comunità locale? E quello con gli italiani di prima immigrazione? Il mondo dell’informazione italiana e quella del tuo nuovo Paese affrontano la mobilità internazionale in modo corretto? Come le Istituzioni italiane potrebbero essere più vicine e utili?

Tenete d’occhio le nostre pagine, commentate, mettete like, scriveteci, chiamateci, venite a trovarci allo sportello, venite a bere una birra con noi al prossimo Social Club, in una parola: participate! Perché solo insieme potremo far sentire la nostra voce.

 

Matteo Salvadego

Articolo scritto da

Matteo Salvadego

Matteo Salvadego

Nato a Padova, figlio di appassionati camperisti, trascorre tutte le vacanze estive della sua infanzia viaggiando tra i diversi paesi europei, dalla Turchia al Portogallo, dalla Grecia a Capo Nord. È stato a Parigi 20 volte. Laureato in marketing e comunicazione d’impresa, ha lavorato per 10 anni nel calcio professionistico italiano, prima in Serie B, poi in Serie A ed Europa League. Si occupa di sponsorizzazioni e partnership, advertising, rapporti con la stampa, eventi e corporate hospitality. Appassionato di psicologia della folla ed eventi di massa, si è specializzato in sicurezza negli stadi e ha gestito il personale Steward di oltre 150 eventi tra calcio, rugby e concerti. È arrivato a Melbourne nel novembre 2015. Ogni volta che può viaggia, fa snorkeling, gioca a pallavolo, va al cinema. Ha un romanzo nel cassetto.